Archivi tag: Bertolucci

10 bei film d’amore: un bel regalo di SAN VALENTINO?

Per tutte le ragazze che come me non amano prenotare un ristorante per una cena di San Valentino però non disdegnao un pensierino…

Va benissimo una scatola di cioccolatini, banale ma diciamocelo BUONO!

Certo anche un bel dvd da vedersi insieme sul divano(magari mentre ci gustiamo i cioccolatini) non sarebbe male.

Ecco un piccolo elenco di idee-film rigorosamente d’amore:

Per chi ama il cinema d’autore (o magari vuole avvicinare il proprio parthner a questo genere romantico)consiglio:

“Jules et Jim” di Trouffaut

“l’ultimo Tango a Parigi” di Bertolucci

Per chi ama il cinema d’amore  datato(che non tramonta mai):

“La vita è  meravigliosa” di Frank Capra

“My fair Lady” musicol di di Alan Jay Lerner

“Casablanca” di Michael Curtiz

Per chi  vuol vedere qualcosa di romantico ma non eccessivamente datato:

“L’amore ha due facce” di Barbra Streisand

“Il principe delle maree”di Barbra Streisand (1991)

Per chi proprio non ha voglia di un film datato am vuole qualcosa che è uscito da poco sugli schermi:

“E’ complicato” del 2009 di Nancy Meyers con la bravissima Meryl Streep

“Once” un film Irlandese del 2006 di John Corner

Insomma non ne mancano di film da vedere!

Buon San Valentino a tutti e speriamo….arrivi un regalino a tutti noi:-)

Patricia

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

cinema e sesso

Oggi tocchiamo un argomento bollente ma di certo non un tabù.

Da sempre il cinema è stato il miglior mezzo per veicolare informazioni sul sesso.

Certo per i registi non è una scena facile da affrontare. Cosa far vedere e cosa nascondere? come rendere una scena credibile? come non renderla stereotipata?

Anche per lo sceneggiatore scrivere una scena di sesso è complicato. Come si comporterebbe il personaggio in questa scena? focoso, freddo, esperto, imbranato?

Per non parlare degli attori. Ci sono attori che non accettano ruoli se vi sono scene di sesso. altri che li accettano ma non si deve vedere il corpo nudo. Ma non sempre i registi sono disposti, anche giustamente, ad assecondare i capricci di un attore!

Ma perfortuna nella storia del cinema vi sono indimenticabili scene di sesso( con o senza amore).

Visto il mio Blog parto dalla sensualità dei film di Godard.

con una bellissima Brigitte Bardot semi nuda e di grande fascino.

Passando per Bertolucci con il suo “Ultimo Tango a Parigi” un film del 1972 che fece scandalo. Bertolucci perse addirittura il diritto di voto.

Il film fu interpretato da Marlon Brando, Maria Schneider.

I due attori sono rimasti nella storia per le due scene più piccanti. L’inizio quando da completi sconosciuti… si incontrano casualmente nel visitare un appartamento e guardandosi decidono di fare sesso. Molto eccitante la scena in cui lui le strappa le calze.

Ancor più famosa la scena in cui fanno l’amore sul pavimento e lui prende del burro…

Bertolucci dichiarò in un’ intervista che quell’idea gli venne durante in un ricevimento vedendo del burro nel buffet (così almeno si dice).

Sempre Bertolucci riuscì a scandalizzare nel vicinissimo 2003 con il suo ultimo film”the dreamers”, i sognatori.

Mostrò un trio, due fratelli gemelli(maschio e femmina) e il fidanzato di lei nudi per giorni e giorni nel loro appartamento.

Bertolucci sorprese con un lungo primo piano del pene in erezione di Michael Pitt .

Ma anche la scena di sesso in cucina in cui lui si sporca del sangue della verginità di lei mentre il fratello nella stessa stanza si cucina due uova.

Bertolucci in un altra scena di sesso tra Matthew (Michael Pitt) e Isabelle (Eva Green) ci mostra in primo piano la vagina di Eva Green con totale naturalezza e sensualità. senza essere mai volgare.

Dopo Bertulucci non può non venire in mente un altro “provocatore” dalle doti innate come regista e anche maestro di Bertolucci: Pier Paolo Pasolini.

Pasolini fece spesso scandalo con i suoi film da “I fiorni di mille e una notte” chiunque abbia visto questo film non pò scordarsi al scena della freccia che il ragazzo vuole lanciare nelal vagina di lei.

Ma ancor più provocande se così si può definire è il film “Le 120 giornate di Sodoma” film del lontano 1975 (il che lo rnede ancora più unico!) Il film é ambientato tra il 1944 e il 1945, in piena Seconda Guerra Mondiale, ed il titolo è appunto un riferimento al regime fascista e agli orrori avvenuti durante quel periodo.

Il film è diviso in quattro parti, strutturate in maniera simile ai gironi infernali danteschi: Antinferno, Girone delle Manie, Girone della Merda e Girone del Sangue.

Il tutto si svolge in una villa di proprietà del Duca. Una volta giunti nei pressi della villa, i Signori passano alla lettura dei regolamenti: per centoventi giorni essi saranno autorizzati a disporre indiscriminatamente e liberamente della vita delle loro giovani vittime, le quali dovranno tenere un comportamento di assoluta obbedienza nei confronti dei Signori e delle loro regole.

Ogni giornata si svolga nel seguente modo: alle ore sei in punto, tutti dovranno ritrovarsi nella cosiddetta Sala delle Orge, dove tre ex prostitute d’alto bordo, a turno, nella mansione di narratrici, avranno il compito di raccontare le proprie perversioni sessuali con lo scopo di eccitare i Signori e contemporaneamente di “educare” i ragazzi alla soddisfazione dei loro appetiti sessuali; le narratrici saranno accompagnate al pianoforte da una quarta donna che avrà il compito di estetizzare ulteriormente le loro crude ed esplicite narrazioni. La sera, dopo cena, avranno luogo le cosiddette “orge“, dove i Signori e tutti i presenti si “accoppieranno” e si “mescoleranno” tra di loro consumando ogni tipo di atto sessuale, anche di natura sodomitica, incestuosa e adulterina. (su wikipedia troverete in modo più dettaglaito la trama)

Insomma un film difficile da guardare fino in fondo, ma che ammetto ne vale davvero la  pena.

Un film molto diverso ma che ha una sua sensualità è “Gocce d’acqua su pietre roventi” un film di Ozon.

La storia di un uomo grande che si innamora di un giovanissimo ragazzo con cui farà sesso. Il tutto si complicherà quando arriva la ragazza di lui e l’ex ragazza del signore. Scene di nudo e di sesso renderanno il film divertente ed anche eccitante, per merito della bellezza della ragazza.

Ma forse per tornare al concetto di scandalo, disogna ricordare “Idioti” il film Danese che segue il dogma di Lars Von trier.

Questo film fu censurato in parte per la scena dell’orgia in cui tutti i protagonisti decidono di fare sesso tra di loro. Altro film che vi consiglio di gardare.

Insomma potrei continuare quasi all’infinito…ma non voglio eccitarvi troppo:-)

Diciamolo quanto è bello quando in un film c’è una bella scena di sesso!

Patricia

1 Commento

Archiviato in Senza Categoria