Archivi tag: Matt Damon

“i guardiani del destino”: esistono?

Eccomi in una sera di luglio a Roma, fa caldo ed ho davvero una gran voglia di chiudermi nel buio di  una sala cinematografica con l’aria condizionata “a palla”! cerco su una nottola attaccata, troppo in basso, alla porta di un bar e riesco a leggere solo le prime sale cinematografiche.

L’unico film che non ho ancora visto è “I Guardiano del destino”. Tentenno. Non è il mio genere. Ma la voglia di vedere un film è troppa. Vado.

I Guardiani del destino è un film di George Nolfi

E’ un film fantascientifico ma anche sentimentale

Il film raccota la storia di un giovane e bel ragazzo di nome David Norris  che sta per vincere l’elezione per la carica di Senatore degli Stati Uniti, quando incontra la ballerina Elise Sellas ed è colpo di fulmine!

Ma forze mistriose( o meglio guardiani del loro destino) intervengono per separarli.

Ma il loro amore è così forte che niente e nessuno riesce a fermarli…

In un susseguirsi ti colpi di scena il film ti tiene attaccato allo schermo. La storia d’amore fa sognare: chi non vorrebbe vivere un amore così intenso?

Però, stranamente, Matt Damon nei panni di David Norris  non convince molto! A tratti debole e spesso son la stessa espressione.

Un film che se avessi dovuto scegliere tra tanti, non avrei visto. Ma visto che la nottola era in basso…l’ho scelto e in fondo…a modo suo mi ha fatto rifettere!

Certo però sono capitata nell’unica sala con l’aria condizionata rotta!!!

Buon film

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Hereafter: che film è?

L’ultimo film si Clint Eastwood perplime e divide il pubblico e i critici.

C’è chi lo ha trovato molto bello, con bravi attori e una sceneggiatura di ferro.

C’è chi lo ha trovato banale, pesante e non coinvolgente.

C’è chi dice che è un film noioso che parla in modo superficiale di morte

C’è chi dice che è un film coinvolgente che parla della vita.

Incredibile ne ho sentite di tutti i tipi!Difficile trovare il pubblico così tanto diviso.

Io l’ho appena visto e forse ci devo pensare ancora su.

Non segue nessun archetipo. E’ di per se originale come narrazione. Seppure utilizza la classica trama di intrecciare le storie.

Bellissimo l’inizio…la terribile scena dello Tzunami.

Altre scene mi convincono meno, come la storia della cucina. Lui e lei che si imboccano.Sgradevole anche la ripresa di quella scena.

Emozionante il dolore che prova il bambino. Anche se credo che poteva aggiungere molto altro.

La giornalista Francese ricca e bella appassiona poco. Non crea immedesimazione.

George interpretato da Matt Damon regge bene il film. E’ sempre interiore.

Ma ho come la sensazione che questo sia il film più commerciale di Clint Easwood.

Ci rifletto ancora un po’ su….

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria