Archivi del mese: luglio 2011

CALIFORNICATION: di sesso e amore…

Eccoci davanti ad una serie tv che davvero ha le p…emmm diciamo una vera struttura narrativa e un bel coraggio!:-)

Californication  è una serie Tv Americana di cui vale la pena anche parlare in un blog di cinema!

Ideata da Tom Kapinos ed interpretata da David Duchovny.

in Italia la serie ha debuttato il 6 marzo 2008 su Jimmy. La serie è stata rinnovata per una quarta stagione, che è iniziata il 9 gennaio 2011.

Ma veniamo al dunque. Di cosa parla?

Hank Moody è un affermato scrittore newyorkese in piena crisi creativa ed esistenziale. Il suo modo di essere e di fare ha rovinato la storia d’amore più importante della sua vita.

Infatti la donna che lui continua ad amare follemente e da cui ha avuto una bambina ormai adolescente, sembra proprio non sopportarlo.

La serie si basa molto su questa storia d’amore: Hank, uomo affascinante ma senza nessun limite(Sfoga tutta la sua rabbia e frustrazione nel sesso compulsivo, concedendosi continue avventure di una notte, nell’alcool e nella scrittura ) ama follemente Karen ma i due proprio non riescono a stare insieme se non per brevi epriodi!

Una storia d’amore in cui tutti possono ritrovarsi.

Un uomo,Hank davvero affasciante da non dormirci la notte

Il tutto arricchito da amici bizzarri e divertenti.

Ogni puntata scivola via tra sesso, equivoci, battute divertenti e anche qualche alcrima. Circa 20 minuti a puntata…impossibile vedersene una sola…dovrebbero farne 3 di seguito ogni volta!

In attesa della quarta stagione…vi consiglio di dargli un’occhiata…ma miraccomando dovete avere almeno 18 anni…

di sesso qui non si parla solo…

ecco per voi l’inizio (pazzesco esilerante e stupendo) della puntata pilota:

HANK
Alright, big guy. You and me… we’ve
never done this. But desperate times
call for desperate measures. My name is
Hank —
A WOMAN’S VOICE (O.S.)
Hello, Hank.
Hank reacts, startled, as
A YOUNG NUN
Emerges from the holy green room. Full habit, headdress, and
everything.
HANK
Oh, hey. Sorry about that. I was just
having a little chat with the guy on the
wall up here.
YOUNG NUN
Is there something I can help you with?
HANK
Oh, I wouldn’t want to bother a real,
live person. I was just —
NUN
— It wouldn’t be a bother, Hank. In
fact, that’s what I’m here for.
HANK
You’re very pleasant, sister. Very
agreeable.
NUN
I think you’ll find that I’m very
agreeable indeed.
She smiles. It’s a pretty smile. Some might say sexy.
Which weirds Hank out a little bit. Or maybe it turns him
on. Hard to say.
He gives the Nun a closer look. Pretty eyes, perfect skin.
Despite the holy garb and all that, the girl is attractive.
Who knows? Maybe the holy garb helps.

Ciao ragazzi e buona visione

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Woody Allen è a Roma

Leggo su molti giornali che Woody Allen, il mitico Regista ebreo che vive a New York sta girando a Roma.

Vedo foto e leggo articoli che raccontano di lui, delle 69 location Romane scelte per girare agli attori con cui lavorera, olti italiani.

Oggi passeggiavo con un fantastico gelato tra le mani a via del Corso…tutto era come al solito quando improvvisamente vedo una massa di gente. Veramente tantissime persone, tante quante davanti ai cancelli di un concerto.

Ovviamente mi incuriosisco e mi avvicino, cercando di non spalmare il gelato sulle spalle altrui.

Vedo una mdp, un piccolo carrello cinematografico, noto il fonico…ed ecco WOODY ALLEN in persona.Piccolo piccolo, magro magro, con grandi occhiali e un buffo cappello da pescatore.

Era lì sommerso di persone che con telecamere macchine fotografiche e cellulari cercavano di immortalarlo. E lui? era concentratissimo. Pensava alla sua prossima inquadratura.Indicava come se non ci fosse nessuno.Il suo aiuto regista munito di megafono ripeteva”perfavore lasciateci lavorare”con tono scortese come ci si aspetta da ogni aiuto regista:-P

La gente però non si allontanava. A un certo punto hanno capito che servivano metodi drastici. Hanno messo due barriere. Così Woody è riuscito a fare la sua scena…sicuramente un carello da via del corso che faceva scorgere via grecia.

Non so come sia andata a finire io ho proseguito verso il Phanteon e ho pensato: peccato non lavorare con lui!Ma si sa i sogni non si avverano quasi mai…altrimenti che sogni sarebbero!

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

“i guardiani del destino”: esistono?

Eccomi in una sera di luglio a Roma, fa caldo ed ho davvero una gran voglia di chiudermi nel buio di  una sala cinematografica con l’aria condizionata “a palla”! cerco su una nottola attaccata, troppo in basso, alla porta di un bar e riesco a leggere solo le prime sale cinematografiche.

L’unico film che non ho ancora visto è “I Guardiano del destino”. Tentenno. Non è il mio genere. Ma la voglia di vedere un film è troppa. Vado.

I Guardiani del destino è un film di George Nolfi

E’ un film fantascientifico ma anche sentimentale

Il film raccota la storia di un giovane e bel ragazzo di nome David Norris  che sta per vincere l’elezione per la carica di Senatore degli Stati Uniti, quando incontra la ballerina Elise Sellas ed è colpo di fulmine!

Ma forze mistriose( o meglio guardiani del loro destino) intervengono per separarli.

Ma il loro amore è così forte che niente e nessuno riesce a fermarli…

In un susseguirsi ti colpi di scena il film ti tiene attaccato allo schermo. La storia d’amore fa sognare: chi non vorrebbe vivere un amore così intenso?

Però, stranamente, Matt Damon nei panni di David Norris  non convince molto! A tratti debole e spesso son la stessa espressione.

Un film che se avessi dovuto scegliere tra tanti, non avrei visto. Ma visto che la nottola era in basso…l’ho scelto e in fondo…a modo suo mi ha fatto rifettere!

Certo però sono capitata nell’unica sala con l’aria condizionata rotta!!!

Buon film

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

La sigla del teatro Valle

Tutti i giorni prima di qualsiasi artista ed evento al Teatro Valle inizia questa emozionante clip:

 

Simpatico Moretti, Emozionante Camilleri 🙂

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Le donne del 6° piano: che meraviglia!

Parigi anni 60, Jean-Louis Joubert, agente di cambio serio e professionale e padre di famiglia borghese un giorno si “accorge” che al 6à piano del suo palazzo vive un gruppo di donne delle pulizie. Le donne che puliscono le loro case. Una di loro pulisce proprio a casa sua.  Jean-Luis rimane estasiato dalla loro allegria,dal loro accontentarsi ed essere felici senza avere nulla.

In contrapposizione vediamo la moglie di Jean-Loius classica donna insoddisfatta che passa le giornate a giocare a carte con le amiche o al centro estetico.

Sarà grazie a queste donne che Jean Luis riesce per la prima volta nella sua vita a godersela…

Un film delicato, appassionato, scorrevole, incantevole.

Un film di sentimenti dove l’amore non è solo l’innamoramento ma la scoperta della vita e della vivacità.

Un film anche ironico e divertente.

Glia ttori uno più bravo dell’altro: Annie MercierAudrey FleurotBerta OjeaCarmen MauraConcha GalànFabrice LuchiniLola DueñasMarie Armelle DeguyMuriel SolvayNatalia VerbekeNuria SoleSandrine Kiberlain

 

Una commedia raffinata da vedere sicuramente.

Patricia

 

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Teatro Valle Occupato: ELIO GERMANO E JOVANOTTI

foto fatta da uno degli occupanti il 10 luglio 2011

Ed eccomi in fila(una lunga e sorprendentemente composta fila) che gira intorno a tutto il palazzo del Teatro Valle!Giovani e adulti bambini e ragazzetti tutti lì per un buon motivo:Il Teatro Valle.Ma non solo.

si dice sempre che i grandi artisti non ci mettono la faccia…e invece Elio Germano Occupa il Valle e  resta anche a dormire lì! Non solo anche il grandissimo Lorenzo Jovanotti con la sua Band. Inizia dicendo”Sono in tour e i miei strumenti viaggiano per la tappa di Pescara…siamo venuti lo stesso per occupare con voi il Teatro Valle e ci siamo portati mezzi di fortuna per suonare faremo musica tranquilla, l’ombellico del mondo non si può fare ma se avete richieste fatele…” Un ovazione dal teatro Valle !

In un’atmosfera intima e calda Lorenzo ha deliziato il teatro Valle e i suoi fantastici occupanti con parole d’amore, un pizzico di rap e tanta energia!

Grazie Elio

Grazie Lorenzo

Patricia e i suoi lettori

 

1 Commento

Archiviato in Senza Categoria

Arene ed eventi cinematografici a Roma

Nel mese di luglio(fino al 21 luglio) a Roma c’è una bellissima rassegna di cinema“Bimbibelli” al Nuovo Sacher il cinema di Nannini Moretti.Tra i film in programma Into Paradiso, 20 sigarette e Corpo celeste.

Dal 18 al 24 luglio a Santa Croce in Gerusalemme un ciclo di film storici e molti eventi tra teatro e musica. Ospiti Mario Martone e Aureliano Amadei. Omaggio allo scomparso Monicelli

Il via anche alla bellissima abitudine Romana delle rassegne nelle Arene(cinema all’aperto).

Quest’anno, coinvolgendo i Municipi di Roma I, Roma IX, Roma X, Roma XI, Roma XVI, Roma XVII, il comune di Ciampino, e con il contributo dell’ASSESSORATO ALLE POLITICHE CULTURALI DELLA PROVINCIA DI ROMA si realizza la rassegna: “LE ARENE DI ROMA 2011”, con l’intento di dare, in particolar modo ai cittadini dei quartieri popolari, la possibilità di vedere sul grande schermo pellicole cinematografiche di qualità e di apprezzare quei film un po’ più “difficili” di solito destinati ai cinema d’essai.

La rassegna cinematografica sarà ospitata nelle seguenti arene:

  • ARENA DI VILLA LAIS
  • ARENA DEL CHIOSTRO DI S. PIETRO IN VINCOLI
  • ARENA CINEMUNIX ALLA BELLINI
  • ARENA DI CASTEL SANT’ANGELO
  • ARENA DI GARBATELLA
  • ARENA DI MONTEVERDE
  • ARENA DI CIAMPINO
  • ARENA DI SAN SABA

Cinema all’aperto all’Accademia di Francia dal 4 al 15 luglio con due grandi interpreti: Yves Montand e Gian Maria Volontè.

E’ giunta alla quinta edizione questa interessante iniziativa che apre le porte di uno dei posti più belli di Roma: Villa Medici, sopra piazza di Spagna, dentro Villa Borghese con i suoi meravigliosi giardini è un posto affascinante che merita una visita.

Quest’anno la rassegna, che apre al pubblico i giardini di Villa Medici, si occuperà di due grandi del cinema italiano e francese, due attori che si sono impegnati civilmente con il loro cinema. Un confronto tra due personaggi leggendari che hanno lavorato insieme solamente nel film di Jean-Pierre Melville Le Cercle Rouge, titolo italiano I senza nome, nel 1970.

Di certo non si può dire che d’estato nen è il caso di andare al cinema!!!

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria