Archivi del mese: novembre 2011

Addio a Vittorio De Seta

È morto il regista Vittorio De Seta, autore di documentari premiati in Italia e all’estero come «Un giorno in Barbagia», «Banditi ad Orgosolo», «Lu tempu di lu pisci spata», «Diario di un maestro».

Aveva 88 anni.

se volete saperne di più ecco il link:

http://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_De_Seta

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

La kryptonite nella borsa: giusto per ridere!

Ecco il primo film di Ivan Cotroneo che da sceneggiatore passa alla regia!

Il cast è composto dai soliti attori(quelli che lavorano): Capotondi, Zingaretti, Golino, Gifuni insomma nesusno di nuovo a parte il bambino.

L’originalità di questo film è solo nella aprte fantasiosa del rapporto tra il bambino e il supereroe(cugino). Davvero poetica e bella.

Bello anche il rapporto tra il bambino, Peppino, e il papà: ironico

Da buttare il resto: stereotipata la storia d’amore il tradimento, la sofferenza, lo psicologo…

Patricia

 

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Lars Von Trier e la fine del mondo

Due sorelle, Justine e Claire: Justine una ragazza problematica e Claire spasato con un uomo molto ricco.

Non si puà racocntare la trama di questo film. E’ un film di sensazioni. Se all’inizio Justine sembra quasi “pazza” alla fine lo sembra “Claire”

La stampa ne aprla male di questo film. E’ vero non è il più bel film del regista Danese, ma ci sono davvero molte idee e si resta incolalti allo schermo! Racconta la fien del mondo senza troppi effetti speciali.Un film d’autore direi!

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Anonymous: un’altra ipotesi su William Shakespeare

Edward de Vere, conte di Oxford, era un poeta e un drammaturgo affermato alla corte della regina Elisabetta nel XVI secolo…ma quello che nessuno sa è che le commedie messe in scena al teatro sono sue!

Amleto, Romeo e Giulietta e tante altre.Lo scrittore è anonimo e tutti si chiedono chi sia…fin quando un impostore dichiara di essere lui William Shakespeare. Un’altra ipotesi su chi fosse il poeta tanto geniale che ancora oggi incanta con le sue opere.

Non so se è vero…ma il film è bello è conivolgente e vale la pensa vederlo!

PAtricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Sorrentino delude!

Da fan di Paolo Sorrentino corro a vedere il suo ultimo film: This Must Be the Place.

Ed eccomi davanti ad una storia su un cinquantenne, ex rock star, truccato standard come le rock star, benestante.

La storia di un uomo rimasto bambino…ma la morte del padre lo fa decidere di affrontare un viaggio alla ricerca del Nazista che umiliò suo padre e che gli voleva”uccidere”. Il viaggio lo farà crescere e diventare adulto sulla soglia dei sessant’anni!

Un film confuso, mai chiaro. Mi sono posta mille domande:

perchè sorrentino non racconta mail la vita della gente comune? ma mostri, politici, macchiette come questa. Quest’uomo interpretato degnamente da Sean Penn perchè ride così?cammina così?a me sembra una macchietta!

E ancora:

ma chi è quella donna alla finestra? chi è questo Tony? chi è la ragazza?

perchè un ragazzo triste deve stare con una ragazza triste?

Imamgini alla Coen, bellissima fotografia.

Ma sono uscita dal film con troppo domande….

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Arietty: torna Miyazaki

In una cittadina alla periferia ovest di Tokyo, Arrietty è una ragazzina di 14 anni che però è un folletto alto non più di dieci centimetri! Arietty vive con la famiglia sotto al pavimento di di una grande casa di campagna di uomini (quelli normali diciamo)

Arietty, anche se non potrebbe, diventa amico di Sho un ragazzo suo coetaneo ma umano.

Un film sull’amicizia tra persone diverse(un folletto e un umano) ma che hanno esattamente gli stessi problemi e un grande cuore.

Commovente!

Ho visto questo film al Cinema Dei Piccoli. La sala piccola ma piena di bambini emozionati davanti al film. Una meraviglia!

Resta comunque un film adatto a tutti

Patricia

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

I film vincitori alla Festa Internazionale del Film di Roma 2011

Finisce il 4 novembre la sesta edizione della festa del film di Roma!Non una gran bella organizzazione purtroppo ma un bellissimo posto: L’Auditorium Parco della Musica.

Ecco i vincitori:

En el nombre de la hija di Tania Hermida P.
vincitore del “Premio Marc’Aurelio Alice nella città sotto i 13 anni”.

Noordzee Texas di Bavo Defurne
vincitore del “Premio Marc’Aurelio Alice nella città sopra i 13 anni”.

Voyez comme ils dansent di Claude Miller
vincitore del Gran Premio della Giuria Marc’Aurelio.

Girl Model di David Redmon e Ashley Sabin
vincitore del Premio Marc’Aurelio al miglior documentario per la sezione L’Altro Cinema | Extra.

Un cuento chino di Sebastián Borensztein,
vincitore del Premio Marc’Aurelio della Giuria al miglior film.

Babycall di Pål Sletaune,
Premio Marc’Aurelio della Giuria alla miglior attrice a Noomi Rapace.

Un cuento chino di Sebastiàn Borensztein
vincitore del Premio BNL del pubblico al miglior film.

Une vie milleure di Cédric Kahn,
Premio Marc’Aurelio della Giuria al miglior attore a Guillaume Canet

Non saranno troppi i film italiani che hanno vinto??:-)

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria