Archivi del mese: gennaio 2011

Vallanzasca: Strepitoso Kim!

Senza nessuna aspettativa sono andata a vedere Vallanzasca l’ultimo film di Michele Placido. La sala era pienissima e c’era decisamente un pubblico di giovani, incredibile!

Il film mi ha sorpreso.

Ma la cosa che mi ha colpito di più è l’interpretazione di Kim Rossi Stuart!Interpreta il difficile ruolo di renato Vallanzasca ladro e assasino realemnte esistito e tutt’ora in carcere.

Kim Rossi Stuart riesce per tutto il film ad avere lo sguardo allucinato…ogni cosa che fa è coerente col suo personaggio, persino come tiene la sigaretta. Chi non ce la fa è l’attore che interpreta il “mafioso”. Debole e con uno sguardo troppo buono. Sorprende anche Filippo Timi nei panni del tossico. Bellissima la scenata nel parco.

Gli altri attori sono inferiori

Due dunque i grandi attori: Kim Rossi Stuart e Filippo Timi


La regia non ha grandi pecche. Il film si segue molto bene

Certo la sceneggiatura capisco possa aver fatto parlare. si esce dal film “innamorati” di Kim che interpreta un eroe cattivo, negativo. Gli si da un tono ironico e la bellezza aiuta il tutto.

Simpatico, bello, forte…quasi un eroe.Ma in realtà è un assasino.

Un po’ forti alcune  battute come ” non sono cattivo, ho solo il alto oscuro un po’ pronunciato” quando si sa che ha ammazzato.

La Solarino non sempre ce la fa. Brava però nella scena del carcere. I due si incontrano e …

Vale la pena vederlo..e pensate è un film italiano 😛

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Si ride per non piangere:TUTTI A CASA

Mentre Stefano Rulli parla intervistato da la Reppulica.tv si sente in sottofondo una gran risata….esasperata. Un ragazzo afferma”Una risata vi seppelirà”.

ecco il video:

http://tv.repubblica.it/copertina/i-lavoratori-dello-spettacolo-bondi-per-noi-e-gia-sfiduciato/60738?video

Alla fine Bondi resta…e i lavoratori dello spettacolo da più di un anno hanno dato la sfiducia a Bondi e continueranno(anzi continueremo) a “lavorare” per cambiare le cose!

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Sundance Festival: Le 10 scene migliori secondo Cinematical

Mentre qui in Italia tutto il mondo del cinema italiano impazzisce intorno alla questione della sfiducia (mancata) al Ministro Bondi, il resto dei cinefili mondiali si riuniscono in un minuscolo paesino nella Wasatch Mountains dove si sta svolgendo il Sundance Film Festival!

Filmoni come Clerks e Reservoir Dogs sono stati presentati laggiu’ nel corso degli anni!

Il blog Cinematical festeggia l’inizio del festival con una bella lista! Ecco le 10 scene migliori della storia del Sundance!

Michel

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Sfiducia Bondi: Vince il no con 314 voti, mentre in aula si parla di pallone!

Mentre vi scrivo, il Ministro Bondi sta parlando in Senato.

Le cose stanno cosi: il neonato gruppo dei Responsabili ha dichiarato che votera’ NO alla mozione di sfiducia.

Cosi’ come votera’ NO anche il terzo polo di Fini-Casini-Rutelli.

Come se non bastasse, molti banchi dalle parti dell’opposizione sono tristemente vuoti…

E allora? Allora andra’ a finire che la mozione di sfiducia non verra’ approvata. E Bondi restera’ Ministro dei Beni e Attivita’ Culturali.

Mentre ascolto Bondi mi chiedo: ha senso prendersela con lui, o dovremmo piuttosto prendercela con chi taglia i fondi alla cultura?

Certo. Come Ministro, Bondi non ha saputo imporsi a dovere. Ma Tremonti non e’ uno che si lascia impietosire facilmente.

16.26: Bondi prende la parola e la butta sul benaltrismo, dicendo una cosa tipo: non e’ che prima del mio arrivo Pompei fosse un paradiso terrestre.

16.51: Come in tutte le migliori sceneggiature, arrivano i colpi di scena! Tabacci ed il Terzo Polo voteranno la sfiducia!

17.15: Parla Fabio Granata, col fiatone: come il resto del terzo polo, anche Futuro e Liberta’ votera’ la sfiducia? Io ancora non l’ho capito… Caro Fabio, una cravattina ce la vogliamo mettere? Va bene pure di cartone, eh?

17.20: Granata cita poesie un po’ ad minchiam e conferma la sfiducia di Futuro e Liberta’.

17.24: Parla Buttiglione che conferma la sfiducia. Cita tra i successi dell’anno anche il film di Checco Zalone. Avreste mai immaginato di sentir citare un comico di Zelig in Parlamento? Grande Buttiglione – non mi sarei mai sognato di dirlo – che ricorda che il tax credit e tax shelter si finanzia da solo. “La cultura e’ necessaria all’uomo come il pane”. Parole sante.

17.30: Reguzzoni, della Lega Nord, la butta sul federalismo. Si parla ancora di soldi sprecati. Ok… Mettiamoci intorno ad un tavolo e riformiamo il settore! Caro Reguzzoni, il mondo della cultura non chiede soldi… chiede re-go-le! La Lega vota contro la sfiducia.

17.37: Parla Ventura, del PD, che riesuma Prodi e ricorda quello che e’ stato fatto per la cultura in quella legislatura. Mah… Se c’e’ una cosa che non sopporto e’ questo dibattito fatto di “E’ colpa vostra!” e “No! E’ colpa vostra!”. Come Reguzzoni, anche Ventura va fuori tema e parla dei fallimenti del Governo attuale. Mo’ che c’entrano le intercettazion? Che c’entra la nipote di Mubarak? Mah…

17.41: Rapido accenno di Ventura all’occupazione nel settore della cultura. Troppo rapido.

17.45: In aula c’e’ un gran casino. Tutti i nostri dipendenti si stanno bellamente facendo gli affari propri… Sembra di essere a scuola durante la ricreazione. Riusciranno a votare con le mani unte di pizza bianca?

17.48: Anche il PD chiede le dimissioni del Ministro, e chiede pure le dimissioni di Berlusconi.

17.49: Arriva il Berluscones Cicchitto. Anche lui la butta in caciara. Non si parla di cultura ma solo di “Noi siamo noi e voi non siete un c@@@o”.

17.52: Cicchitto ricorda tutti i provvedimenti presi da Bondi.

17.54: Si declama l’elenco dei crolli di monumenti sotto i governi di sinistra.

17.57: Parla Nucara, gruppo misto, apprendiamo che si e’ riunito il partito repubblicano. Vota contro la sfiducia, boati in aula…

17.58: si vota! Rulli di tamburo… Inizia la chiama nominale… si parte dalla F.

18.00: Gran casino in aula…

18.03: Si levano gli Oooohh quando viene chiamata a votare la Brambilla… ma cos’e’? Un film di Pierino?

18.24: Mi chiedo cosa stia accadendo fuori da Montecitorio. Era prevista una manifestazione del movimento Tutti a Casa ma sulle agenzie non ce ne e’ ancora traccia… Anche durante il collegamento di Rainews dall’esterno appena concluso non si vedevano/sentivano segni della protesta… ne sapete qualcosa? Scrivetelo nei commenti!

18.27: Una deputata sta protestando con Lupi poiche’ ha un’aereo in partenza ed il voto e’ in ritardo. Non e’ la sola a protestare, da quello che si sente, per il voto ritardato.

18.29: Lupi:”Non ti arrabbiare”
Voce maschile:”Qualche volta bisogna dire come stanno le cose!”

18.29: Lupi:”E’ un casino… gli ho gia’ detto di stare a guardare”… ma che sta succedendo? Normale amministrazione o qualcosa di piu’?

18.31: Lupi parla di pallone! ecco cosa dice:”L’hai visto il gol? Ha fatto un tunnel…” Lupi si riferisce al gol di Pato contro la Sampdoria. Lupi si chiede se Ibrahimovic sia in panchina. Ma mettere dei maxischermi dentro Montecitorio? 🙂

18:50 C’e’ una staffetta che dall’esterno porta in aula gli aggiornamenti di Samp-Milan. Si sente distintamente una voce maschile che dice:”Stanno 2 a 1″. Lo so che come liveblogging non e’ granche’… ma ora c’e’ solo da aspettare…

18.59: Lupi:'”…Si pero’ avvisateli che devono votare!” Qualcosa mi dice che in molti sono all’esterno dell’aula che guardano la partita!

19.01: Ancora proteste in aula. Lupi a Granata:”Eddai… muoviti… vaiii”. Segu richiamo ufficiale a microfono aperto. Richiamato anche Lopresti… Non sappiamo cosa stia accadendo… Richiamato ancora Lopresti… l’azione si svolge lontano dalle telecamere…

19.03: Continuano le urla mentre una voce femminile dice:”Ho chiamato rinforzi, stanno arrivando…”. Alcuni onorevoli chiedono di sospendere il voto. Lupi si incacchia di brutto.

19.10: Fine prima chiama… Si parte con la seconda… quella piu’ importante… e’ un po’ come la seconda campanella a scuola insomma 🙂

19.13: Fine seconda chiama.

19.14 : si 292, no 314, la Camera respinge. Bondi rimane in carica.

Guardiamo la diretta tv dal Senato… e vediamo come va a finire.

Sul sito de Il Post, la cronaca in diretta della seduta!

Michel

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

TAMARA DREWE: Che tipo è?

Titubante se vederlo o no alla fine sono andata a vedere Tamara.

Il dubbio me lo aveva messo il trailler che ho scoperto non rendeva affatto l’idea del film(un trailler fatto male può davvero danneggiare un film)

Tamara Drewe è un film tratto dalle strisce a fumetti pubblicate sul Gardian.

Il film è infatti una commedia romantica basata anche sugli equivoci.

il film è ambientato in una piccola cittadina di campagna inglese, una di quelle cittadine in cui non succede mai nulla e dove si consocono tutti.

Un bel Giorno Tamara Drewe con il suo “nuovo look” ritorna nel suo paesino d’origini per sistemare la sua casa.

Come in ogni piccolo paesino, l’arrivo o il ritorno di qualcuno crea scompiglio.

Il film, un po lungo, fa sorridere e mantiene lo spettatore seduto(meglio se con i pop corn in mano).

L’anomalia della sceneggiatura sta nel fatto che al protagonista entra in scena quasi a metà film.

Bravi gli attori.

Insomma un film affatto superficiale a tratti potremmo dire anche noir che non delude le aspettative.

Certo alcuni personaggi sono davvero odiosi….come poi è nella vita vera!

Ma che tipo è Tamara? è un ex bruttina con il complesso del brutto naso che decide di rifarselo. Un’insicura con la voglia di migliorare.

Tagliente la battuta” non pensavo che bastasse togliersi un pezzo di cartilagine sul viso per trasformarsi in belle e stupide…”non sono le parole esatte ma questo era il significato.

Infatti Tamara è anche una brava scrittrice, ma ammette che il suo nuovo look l’ha molto aiutata nel suo lavoro. Un po’ infastidita da questa realtà ma forse anche con la consapevolezza che sarebbe accaduto.

Possiamo darle torto?

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

I migliori schiaffi della storia del cinema

Ecco un video che racchiude i migliori schiaffi della storia del cinema mondiale, dal bianco e nero ad oggi! Se siete seduti alla vostra scrivania ma se come me sentite un irrefrenabile desiderio di alzarvi per andare a schiaffeggiare il vostro capo, questo e’ il video che fa per voi!

Michel

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Ministero dei Beni Culturali: Ecco il nome del nuovo Ministro, in sostituzione di Sandro Bondi

Mentre alla Camera i dibattiti sulla sfiducia a Sandro Bondi vengono ancora una volta rimandati, mi siedo davanti al Mac per proporvi un giochino che possa suscitare in voi un qualche interesse:

Chi volete come nuovo Ministro dei Beni Culturali?

Lasciate nei commenti il vostro suggerimento ed aggiorneremo questo post.

Inizio io a proporvi qualche valida alternativa:

  1. Ruby Rubacuori: Potrebbe darci visibilita’ all’estero, e’ ormai una dell poche personalita’ italiane conosciute oltreoceano!
  2. Arturo Brachetti: Se la politica e’ il regno dei trasformisti, chi meglio di lui potrebbe prendere la poltrona di Bondi?
  3. Checco Zalone: E’ ormai l’unico autore italiano che riesce a fare incassi al botteghino, contrastando i “filmoni” americani. Riusciremo a convincerlo a bere all’amaro calice della politica? Magari riempiendolo di Nero d’Avola… 🙂
  4. Alberto Sordi: si… lo so che e’ morto… ma vista la totale immobilita’ dell’attuale Ministro… sara’ meglio scegliere direttamente un cadavere!
  5. Topo Gigio: perche’ anche un cartone animato – anche inanimato – potrebbe far meglio di Bondi!

Michel

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria