Come si fa un film che funziona? Ce lo spiega Derek Cianfrance, autore di “Come Un Tuono”


Derek-Cianfrance_784x0

Come si fa un film che funziona, che arrivi al cuore, che ti faccia uscire dal cinema con un’espressione post orgasmica? Derek Cianfrance, autore di “Come Un Tuono”  sembra aver capito dove sta la magia.

A lui piace la realtá… la realtá vera… E’ ancora piccolino. Guarda le foto di famiglia, coi parenti in posa, con gli abiti della festa, coi sorrisi smaglianti e dice:”Ma cazzo, questa non é la realtá!” Allora ruba la macchina fotografica del padre e fugge a fotografare la vera realta’… Gente che fa a cazzotti, due tipi che litigano per un parcheggio, una lucertola morta sotto un pneumatico. E cosí é il suo cinema. Racconta storie che tutti noi potremmo trovarci a vivere, prima o poi, o che abbiamo giá vissuto.

Detta cosí sembra semplice, ma provate voi a raccontare la vostra giornata e a renderla interessante!

A Derek piace molto lavorare con gli attori, ma gli piace che non siano pupazzi, ma che siano vivi, veri. Gli piace che si spingano sempre un metro piú il lá dei loro limiti. Vuole vederli sbagliare, Derek. Vuole vederli schiantare contro i muri, dice. E vuole che poi sappiano anche ridere e prendersi in giro nei loro fallimenti quotidiani. Che solo cosí si fa un bel film.

Cianfrance non é solo un regista. Dice lui che é prima di tutto uno del pubblico, uno spettatore. Come tutti gli spettatori, vuole che i suoi attori lo intrattengano, lo facciano ridere o piangere, lo emozionino. E vuole che la sua emozione nasca dallo stupore. Vuole che gli attori lo spiazzino continuamente. Vuole una cosa che solo i registi davvero illuminati vogliono: Derek vuole che i suoi attori NON facciano quello che gli chiede lui. Si… avete letto bene. Cianfrance mette i suoi attori nella scena e li lascia liberi di provare spontaneamente (e non spintaneamente) le emozioni che sentono arrivare dal loro cuore.

Un suggerimento per gli autori del cinema italiano giá affermati:

Invece di guardare sempre il vostro ombelico, PRENDETE ESEMPIO… se vi riesce!

E adesso qualche nota per gli autori emergenti:

Cianfrance ci ha messo DODICI ANNI per trovare i soldi per finanziare Blue Valentine, il film che l’ha reso famoso.

Durante le riprese di “Come Un Tuono”, il paesino dove é ambientato é stato travolto dall’URAGANO IRENE, tutte le attrezzature sono finite sotto un metro e mezzo d’acqua e – cosa peggiore – il girato di 2 giorni é rimasto su un camion travolto e portato via dalle acque dell’inondazione. Niente paura. Il girato é stato salvato dai macchinisti di Derek. Che sono andati a riprenderlo IN CANOA!

Michel

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...