Habemus Papam: da vedere o no?


Pur non essendo un amante di Moretti, come sempre ho deciso di andare a vedere il suo film “Habemus Papam”.

Con la morte del  Papa si riunisce il Conclave per eleggere il nuovo pontefice della Chiesa cattolica. Ma il prescelto, il cardinal Melville, è preda di dubbi e fortissime ansie.

Ecco non ha caso ho riassunto il film in due righe. Il film è tutto qui. I dubbi del Papa.

Certo un film intelligente che avvicina la psicologia alla religione. E anche un film ironico, più volte strappa delle risatine come Moretti che fa Moretti psicologo  che tra se e se in modo Brecktiano (quindi quasi come se parlasse allo spettatore, scandendo ogni singola parola)dice “e così questo è il Vaticano…qui la benzina costa meno…poi c’è la farmacia cha ha le medicine che non si trovano a Roma…”Insomma dice esattamente quello ceh i romani borbottano sempre:-)

Anche altri momenti più ironici fanno tenere l’attenzione alta sul film, che probabilmente avrà un buon successo a Cannes.

Avrà successo a Cannes perchè è Moretti, e in Francia piace più che in Italia ma anche perchè c’è il bravissimo Michel Piccoli che ancora uan volta dimostra essere un maesto, un grande attore.

Si un film da vedere…ma diciamocelo è proprio un film alla Moretti!

Un film che affronta il tema dell’ineguatezza. Cosa di per sè rara da sentire in questo periodo storico dove siamo bombardati da persone e persoanggi pieni di sè.

Questo film invece fa riflettere sul senso di responsabilità e sul sentirsi inadeguati a volte per certi ruoli.

Peccato che racconti solo questo e tutto nei primi 15 minuti!

Patricia

1 Commento

Archiviato in Senza Categoria

Una risposta a “Habemus Papam: da vedere o no?

  1. Pim

    Occorre una statura anche morale per trattare certi temi etici. Un regista come Kieślowski lo avrebbe trattati magnificamente, cosa che Moretti non ha saputo fare. Il film è discontinuo, alcune sequenze sono ben fatte ( il sottofinale a teatro), altre tirate giù maluccio (il giornalista del Tg2 recita in modo imbarazzante). Ad ogni modo, già è tanto che il nostro cinema abbia ancora autori coraggiosi che osano alzare il tiro e affrontare tematiche complesse.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...