Kill me please, da vedere?


Kill me please un film Francese di Olias Barco.Ha vinto il Marc’Aurelio d’Oro della Giuria per il miglior film al Festival Internazionale del Film di Roma del 2010.

Io alla Festa di Roma l’ho visto. Non mi ha entusiasmato. devo dire che la sala era entusiasta. Dunque qualche dubbio mi è venuto ed è per questo che non ho scritto subito la recensione sul mio blog.

Ma ora di tempo ne  è passato e il film a giorni uscirà in sala.

Inizio con le critiche positive: Un film quasi senza budget con una mini troupe girato molto bene. Girato in bianco e nero aiuta a dare l’atmosfera di grottesco. Il film infatti ha una sua atmosfera ben definita, noir e grottesca.

Di cosa parla?

C’è un certo Dottor Kruger, capo di una segretissima clinica in un paesino Belga. Questa clinica è odiata da tutto il paese. Il punto è che il Dottore ricovera in questa clinica tutti coloro vogliano suicidarsi con dignità. Basta corde per impiccarsi, vene tagliate nel bagno. Da oggi si può andare in una clinica, avere una camera delle pillole e magari esprimere un desiderio prima di farla finita.

Bella l’idea e il messaggio  della libertà di scelta.

Ma eccoci alle critiche negative: il film è tutto qui. Una volta capita l’idea della clinica del suicidio, il film cerca di far ridere sulla morte ma diventa banale. A tratti anche confuso.

Certo riesca a far ridere della morte che è già di per sè un controsenso, ma poi si perde in un bicchier d’acqua diventando noioso.

Questo film ha vinto, come ho già detto, il Marc’Aurelio d’oro quindi merita comunque di essere visto

Patricia

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...